CALL FOR PAPERS – Cataloghi: storie soluzioni e prospettive.

“Ricerche di S/Confine” Volume 11 n. 1, 2022 

“Il catalogo di un museo rappresenta un esempio di lista pratica, che si riferisce a oggetti esistenti in luogo determinato, e in quanto tale è necessariamente finita. Ma cosa dobbiamo considerare un museo in sé, o una collezione qualsiasi? Tranne casi rarissimi di una raccolta che riunisca tutti gli oggetti di un certo tipo (per esempio tutte, ma davvero tutte, le opere di un determinato artista), una raccolta è sempre aperta e potrebbe sempre arricchirsi di qualche altro elemento”
(U. Eco, Vertigine della lista, Milano, Bompiani, ed. 2019, p. 165).

Prendendo spunto da questa celebre riflessione di Umberto Eco che apre la parte dedicata alle ‘liste’ e agli inventari d’arte nella serie di conferenze e mostre da lui organizzate nel 2009 per il Louvre, lo scopo di questo numero consiste nell’offrire una riflessione critica sulla storia e il ruolo della catalogazione come strumento di organizzazione del sapere e di tutela dei beni culturali, anche attraverso un’analisi dell’evoluzione dell’inventario da ‘lista delle cose’ a strumento digitale di valorizzazione e comunicazione di una collezione, ma anche del ruolo del catalogo come forma di ricognizione individuale o di rappresentazione.

Si attendono contributi metodologici oppure dedicati a casi di studio specifici incentrati sugli inventari delle collezioni di epoca moderna, private e pubbliche, e al loro ruolo in quanto prime procedure scientifiche di catalogazione delle opere d’arte, fino alle analisi catalografiche più interessanti e originali nell’ambito dei beni culturali, con particolare interesse verso applicazioni “trasversali”, in grado cioè di muoversi su tipologie documentarie eterogenee, con una attenzione alle seguenti casistiche: cataloghi arricchiti e social, cataloghi scientifici in modalità digitale, cataloghi e IIIF, cataloghi e VR, cataloghi e Linked Open Data.

L’abstract (al massimo di 1000 parole + 5 riferimenti bibliografici), in italiano e in inglese, dovrà essere inviato via al seguente indirizzo: redazione@ricerchedisconfine.info 

L’accettazione dell’abstract non garantisce la pubblicazione dell’articolo, che sarà sottoposto a una procedura di double-blind peer-review. 

Scadenze
La scadenza per la consegna dell’abstract (1.000 battute) è il 15 ottobre 2022.
La redazione informerà via e-mail della ricezione dell’abstract e invierà un parere entro il 10 novembre 2022.
L’articolo finale (20.000/40.000 battute, spazi inclusi) dovrà essere inviato entro il 31 dicembre 2022.

call for papers – Yes, we are open: visioni, esperienze e strategie di fruizione dei beni culturali in epoca di pandemia


La pandemia provocata dal Covid-19, con la chiusura forzata delle strutture imposta per legge, ha sovvertito in maniera inaspettata e radicale l’attività dei luoghi della cultura: musei, teatri, biblioteche, cinema.
Il prossimo numero di “Ricerche di S/Confine” vuole porsi come una piattaforma di confronto su come gli operatori culturali stiano reagendo a questa situazione di estrema difficoltà, nel tentativo di mantenere vivo il rapporto con i propri utenti, visitatori e spettatori, attraverso ogni possibile forma di coinvolgimento, in primo luogo grazie alle potenzialità offerte dalle tecnologie digitali.
Sono quindi benvenuti articoli che riflettano sulla questione da un punto di vista teorico, illustrino esperienze particolarmente significative, soluzioni tecnologiche originali ed innovative, sperimentazioni audaci in grado di mettere le diverse realtà nelle condizioni di poter affermare che, nonostante tutto, “sì, siamo ancora aperti per voi”.

Tutti coloro che desiderano partecipare sono invitati a sottoporre alla redazione un articolo (minimo 20.000 battute, massimo 40.000 battute) entro e non oltre il 15 settembre 2020, unitamente a un abstract in italiano e in inglese (1.500/2.000 battute spazi compresi) e ad una breve biografia dell’autore. Le modalità di invio e di vaglio dei contributi, unitamente alle norme editoriali, sono reperibili sul sito della rivista.

CALL FOR PAPERS – IL DOCUMENTARIO D’ARTE IN ITALIA (2018)

Il prossimo numero di Ricerche di S/Confine (vol. IX, n.1,  2018) intende indagare la storia e l’evoluzione del documentario d’arte in Italia, dagli esordi fino agli esiti più recenti, e nelle sue varie declinazioni.

Dal suo uso originale come strumento di indagine critica, ai suoi sviluppi successivi come genere artistico narrativo grazie alle sperimentazioni RAI, fino alle più recenti formule “riempisala”, le vicende del film d’arte non hanno mai smesso di appassionare – e contrariare – artisti, critici, storici e pubblico.

Diversi sono i supporti con i quali, nel corso del Novecento e nei primi vent’anni del nuovo millennio, sono state registrate le pratiche artistiche e le indagini critiche attorno alla creazione del documentario d’arte: una documentazione varia ed eterogenea che troviamo conservata in archivi, musei, fototeche, collezioni private, che spazia dalle sceneggiature ai carteggi, dalla fotografia fino ai recenti formati audiovisivi. Una documentazione diversificata che richiede dunque diversi approcci metodologici.

In linea con il profilo interdisciplinare che da sempre la caratterizza, la rivista accoglierà proposte provenienti da diversi ambiti delle scienze umane, in rapporto alla rivoluzione digitale, e alle diverse strategie di trasmissione, catalogazione e conservazione del documentario d’arte.

Tutti coloro che desiderano partecipare sono invitati a sottoporre l’abstract, in italiano e in inglese, e una breve biografia entro il 15 luglio.
Nel caso di risposta positiva dalla redazione, l’articolo completo (minimo 20.000 battute, massimo 40.000 battute) dovrà essere inviato entro e non oltre il 15 settembre 2018.

Le informazioni sulle modalità di invio e di vaglio dei contributi, unitamente alle norme editoriali, sono reperibili sul sito della rivista.

CALL FOR PAPERS – MERCATO: operatori, strumenti e luoghi nell’italia del novecento (2017)

Il prossimo numero di Ricerche di S/Confine (n.1 vol. VIII, 2017) sarà dedicato al fenomeno del mercato dell’arte in Italia nel Novecento, secolo denso di trasformazioni, evoluzioni, crisi, crolli, speculazioni e sconvolgimenti.

In linea con l’approccio interdisciplinare che da sempre la caratterizza, la rivista accoglierà proposte provenienti da diversi ambiti delle scienze umane, che permettano l’osservazione del fenomeno da vari punti di vista: attraverso le testimonianze, le esperienze, il dialogo tra i suoi vari operatori e nell’emergere di nuove figure; nell’osservazione dei luoghi preposti; nella sfida tra antico, moderno e contemporaneo e nell’evoluzione della loro diversa valenza (e prevalenza) artistica e commerciale; attraverso l’analisi degli strumenti e in rapporto all’arrivo dei nuovi mezzi di comunicazione.

Oggetto delle proposte sarà l’arte in Italia e l’arte italiana, anche fuori dai confini nazionali, senza restrizioni particolari riguardo la tipologia dei lavori (pittura, scultura, installazioni, video…), e la loro epoca di produzione, nel tentativo di definire al meglio le strategie e i canali di valorizzazione e acquisizione. La finestra cronologica è ampia e va dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni nostri, quando, soprattutto negli ultimi anni, i rapporti tra arte e finanza, hanno ridisegnato le priorità del mercato artistico globale.

Tutti coloro che desiderano partecipare sono invitati a sottoporre all’indirizzo redazione@ricerchedisconfine.info l’articolo completo (40.000 battute massimo), preceduto da un breve abstract in italiano e in inglese (1.000 battute massimo), una breve biografia dell’autore e quattro parole chiave, entro il 15 maggio 2017.
Sul sito della rivista, all’indirizzo http://www.ricerchedisconfine.info/contatti.htm   trovate le norme redazionali, oltre a tutte le informazioni sulle modalità di invio e di valutazione dei contributi.

La Redazione

CALL FOR PAPERS – Artisti della realtà Indagini sulla rappresentazione politica (2016)

Il prossimo numero di Ricerche di S/Confine (n.1 vol. VII, 2016) avrà come titolo:

Artisti della realtà.
Indagini sulla rappresentazione politica

Dalla controversia tutt’oggi irrisolta sui realismi come forma d’interpretazione e rappresentazione ‘politica’ della realtà, il prossimo numero della rivista si propone, in linea con l’approccio interdisciplinare che da sempre la caratterizza, di indagare a partire dalle diverse prospettive e metodologie di ricerca le declinazioni che questo tema può assumere in relazione alla letteratura, al cinema e al teatro, all’architettura e al design e alle arti visive di ogni tempo.

Tutti coloro che desiderano sottoporre un articolo per il prossimo numero della rivista devono inviare una proposta di titolo e un breve abstract alla redazione entro il 2 marzo e, successivamente, l’articolo completo entro il 15 maggio 2016.
Sul sito della rivista trovate le informazioni sulle modalità di invio e di vaglio dei contributi, unitamente alle norme editoriali.

La Redazione

 

Dossier 3. Per un museo del non realizzato. Pratiche digitali per la raccolta, valorizzazione e conservazione del progetto d’arte contemporanea

è online il terzo dossier di Ricerche di S/Confine: Per un museo del non realizzato. Pratiche digitali per la raccolta, valorizzazione e conservazione del progetto d’arte contemporanea, atti a cura di Francesca Zanella della giornata di studi che si è tenuta Giovedì 21 novembre al Museo del Novecento di Milano e organizzata dal museo insieme a MoRE.

copertina-marmo-2

Che significato ha, e quali strumenti richiede, creare un museo/archivio come luogo d’indagine storico-critica, un museo che individua come campo d’indagine un tema specifico come quello del “non realizzato” nelle pratiche artistiche contemporanee? Questa è la domanda che costantemente chi ha ideato MoRE e chi collabora al progetto si pone e che chi si confronta con tale ricerca altrettanto costantemente formula. La giornata di studio che si è svolta in collaborazione con il Museo del Novecento di Milano (Milano, 21 novembre 2013), e di cui questo III Dossier della rivista Ricerche di S/Confine del Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Società dell’Università di Parma è l’esito finale, è una delle molteplici occasioni ricercate dal gruppo di lavoro per verificare le scelte intraprese, il metodo adottato, i risultati raggiunti e quindi le ipotesi di implementazione del museo.

CALL FOR PAPERS – Le mostre Storie e significati delle pratiche espositive (2015)

Il prossimo numero di Ricerche di S/Confine (n.1 vol. VI, 2015) avrà come titolo:

Le mostre. Storie e significati delle pratiche espositive

A partire dal complesso dibattito contemporaneo sulle modalità espositive delle diverse arti e dei diversi linguaggi, questo numero della rivista si propone, in linea con l’approccio interdisciplinare che da sempre la caratterizza, di indagare le molteplici declinazioni che questo tema può assumere in relazione alle arti visive e performative, al cinema, al teatro, alla letteratura, alla moda, all’architettura, al design.

Tutti coloro che desiderano sottoporre un articolo per il prossimo numero della rivista dovranno inviare una proposta di titolo e un breve abstract alla redazione entro fine ottobre e, successivamente, l’articolo completo entro fine gennaio.

Sul sito della rivista trovate le informazioni sulle modalità di invio e di vaglio dei contributi, unitamente alle norme editoriali.

La redazione

call for paper – lo specchio: riflessi e sdoppiamenti. 2014.

Il prossimo numero di Ricerche di S/Confine (n.1 vol. V, 2014) avrà come titolo:

lo specchio: riflessi e sdoppiamenti.

In continuità con l’impostazione di “Ricerche di S/Confine” il fascicolo del 2014 raccoglierà contributi che contribuiranno ad accrescere le riflessioni sul tema proposto secondo una prospettiva multidisciplinare.

Tutti coloro che desiderano sottoporre un articolo per il prossimo numero della rivista devono inviare una proposta di titolo e un abstract di 1000 battute, in italiano e inglese, alla redazione entro il giorno 1 ottobre 2013 e, dopo la conferma da parte del Comitato scientifico, l’articolo completo entro il 18 gennaio 2014.

Sul sito della rivista trovate le informazioni sulle modalità di invio e di vaglio dei contributi, unitamente alle norme editoriali.

La redazione